Curiosità 3 minuti minuti per la lettura

L'occhio dell'adulto: particolarità

Condividi su

Organo delicato, l'occhio mostra inevitabilmente qualche segno di affaticamento negli adulti.Focus sui cambiamenti che si verificano nel corso del tempo.

L’OCCHIO: UN ORGANO EVOLUTIVO

Come tutto il corpo umano, anche gli occhi avvertono lo scorrere e gli effetti del tempo. La vista raggiunge il suo massimo potenziale tra i 10 e i 15 anni, e, dopo questo periodo, comincia lentamente a cambiare e a diminuire gradualmente.
Questa diminuzione della vista è un processo naturale e inevitabile che deve essere seguito da professionisti della visione. Pertanto, anche se non si notano grandi cambiamenti nella visione, è importante eseguire regolarmente un controllo, soprattutto oltre i quarant'anni.

I PROBLEMI DEGLI OCCHI NEGLI ADULTI

I disturbi visivi che colpiscono gli occhi degli adulti sono numerosi e hanno tutti effetti distinti. Si verificano in età diverse, e necessitano di attenzioni specifiche. La presbiopia, che interessa tutti gli adulti a partire dai 45 anni, è caratterizzata dalla perdita di flessibilità del cristallino. La conseguenza è la difficoltà di vedere bene da vicino; un problema visivo a cui si può ovviare portando lenti per lettura, lenti multifocali o lenti a contatto. Più avanti, intorno ai 60 anni, l'occhio dell'adulto può presentare il problema della cataratta. La visione è offuscata e si verifica quando il cristallino si opacizza, rendendo progressivamente la visione meno nitida. È fenomeno legato all'età che può essere accelerato dall'esposizione ai raggi UV. Attualmente per risolverlo esiste solo la chirurgia.

La degenerazione maculare legata all'età (DMLE) è una malattia cronica che, come indica il nome, si verifica con il passare del tempo. Interessa la parte centrale della retina, la macula, e causa la perdita progressiva della visione centrale. Per quanto la visione periferica viene preservata, è tuttavia una malattia che può essere particolarmente debilitante.

Infine, i disturbi più comuni negli adulti includono il glaucoma, un restringimento del campo visivo a causa di un aumento della pressione oculare. Si tratta di un'importante malattia dell'occhio che può causare cecità  e deve essere trattata in fase precoce dall'oculista.

PROTEGGERSI E PREVENIRE

Oltre al controllo regolare della vista, è possibile preservare al meglio i tuoi occhi dall'invecchiamento o da eventuali patologie. Pertanto, abbi cura di non stare troppo a lungo di fronte ai dispositivi digitali e cerca di fare pause regolari per lasciar riposare gli occhi. In esterno, indossa sempre gli occhiali da sole per limitare l’effetto negativo dei raggi UV, e indossa lenti chiare e protettive dai raggi UV, anche quando non c'è il sole.

Quindi, scegli delle lenti adatte a preservare il tuo capitale visivo. Non è più sufficiente correggere i tuoi difetti visivi: utilizza lenti selettive per ottenere una protezione ottimale contro i raggi UV e la Luce Blu-Viola nociva.